L’augurio della Diocesi per i 70 anni del Vescovo Francesco

Tanti auguri Vescovo Francesco! Buon 70mo compleanno!

Se è vero, come disse l’attrice statunitense Helen Hayes, che “gli anni più difficili nella vita sono quelli tra i dieci e i settanta”, allora adesso viene il bello! Qualcuno forse vedrebbe meglio la citazione del più serio aforisma del filosofo Arthur Schopenhauer: “I primi quarant’anni della nostra vita forniscono il testo, i trenta seguenti il commento, per poi comprendere rettamente il vero significato e la coerenza del testo con ogni finezza del medesimo”.

Come spesso succede che tra i due litiganti il terzo gode, vogliamo allora raccogliere i sentimenti di affetto e di gratitudine di tutta Bergamo nelle parole che il compianto Cardinale Dionigi Tettamanzi le rivolse nel solenne momento di ingresso nella nostra Cattedrale come nuovo Vescovo, il 15 marzo 2009: “Confida nella parola del Signore, cerca la via della santità, porta Cristo nel mondo. Questa è la vera testimonianza che la tua gente si attende, con la coraggiosa e serena apertura al soffio dello Spirito che fu di Papa Giovanni XXIII, figlio di questa terra, e con la profetica ispirazione della via maestra della missione che indicò il Papa bresciano Paolo VI”.

L’augurio le giunga oggi dalla comunità ecclesiale e dalla società civile. Nel suo primo giorno come nostro Vescovo lei disse che era convinto che “la Chiesa non esaurisce l’intera società bergamasca, ma deve concorrere con tutti alla costruzione di una società a misura d’uomo, attraverso la vitalità della comunità cristiana e le sue molteplici iniziative, attraverso l’istanza profetica e l’intelligenza delle cose che le deriva dalla sua fedeltà al Vangelo, attraverso le mediazioni culturali, sociali, economiche, politiche e l’assunzione di responsabilità da parte di laici ispirati dalla fede, con un contributo dialogante con altri, comprese le altre religioni, in vista del perseguimento della qualità umana della vita della città”. Lei tracciò così un orizzonte di apertura e dialogo che in questi 12 anni le abbiamo visto percorrere giorno dopo giorno, e che oggi si concretizza significativamente nel Pellegrinaggio Pastorale che toccherà ogni incrocio della nostra terra bergamasca.

Giunto all’importante soglia dei 70 anni, che è linea di traguardo e insieme di nuova partenza, di cuore le auguriamo: “buona vita!”. Quella vita buona che lei ci invita a servire, dove la vita accade, insegnandoci con il suo magistero e con il suo esempio quella sobrietà e essenzialità, stigmatizzate in modo simpatico nel vederla girare per la città con la e-bike o arrivare nelle parrocchie con la sua “pandina”, spingendo tutti al passaggio da una interpretazione statica a una dinamica, da una struttura organizzativa a una relazionale dentro le terre esistenziali.

Di cuore le auguriamo: “móla mia!”. È una parola che è risuonata in mille modi in questa pandemia in cui lei ha voluto in modo particolare far sentire la sua vicinanza a tutti i bergamaschi, con uno stile fraterno, ospitale, prossimo. Lo stesso che sta indicando a tutte le parrocchie.

Di cuore le auguriamo, nella preghiera: “vai avanti!”, nel senso che suggerisce l’antica invocazione latina: “Oremus pro antistite nostro…”, preghiamo per il “colui che sta davanti a noi”: ci stia segnando percorsi e aprendo il cammino e il suo passo sia saldo, pascendo il popolo nella tua fortezza, Signore, illuminato dalla sublimità del tuo nome”.

Auguri di buon compleanno, Vescovo Francesco!

Sotto il Monte, 06/08/2021

Ultime news

arrow-down